Comune di Rosignano Marittimo

Comune di Rosignano Marittimo

Il sito ufficiale del tuo Comune

Ti trovi in: Home

Indietro

L’edizione 2017 della rassegna gastronomica “MangiainGiro” è dedicata a  "Il cibo è musica", con cinque tappe a tema che si svolgono nella frazioni del comune di Rosignano Marittimo tra il 29 aprile e il 28 maggio. Concepita come un percorso di ricerca gastronomico-musicale, la rassegna tocca aspetti ed assonanze tra il palato musicale e quello gastronomico, valorizzando le tradizioni di un territorio che offre molte specialità culturali. L’iniziativa è promossa dal Comune di Rosignano Marittimo con la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno e organizzata dal Centro Commerciale Naturale di Castiglioncello.

“Il Comune di Rosignano conferma la quarta edizione della rassegna per promuovere il territorio e la conoscenza delle tipicità e delle eccellenze locali – afferma l’assessora al turismo, cultura e commercio Licia Montagnani – quest’anno il tema dominante è l’abbinamento tra cibo e musica, perché il cibo nei canali turistici risulta il primo polo attrattivo di un territorio, un veicolo potente che si porta dietro il paesaggio, la tradizione e la cultura di un luogo. Perciò ogni evento di cui si compone la rassegna rappresenta una tipicità locale, con una varietà per ogni fine settimana di primavera”.

“Si tratta di una bellissima rassegna – conferma il Presidente della Camera di Commercio Riccardo Breda – a cui abbiamo dato con piacere il patrocinio. Un’iniziativa che, attraverso la collaborazione di pubblico e privato, continua ad avere successo negli anni”.

Il collaudato “Foodies Festival Castiglioncello”, giunto alla quarta edizione, aprirà la rassegna il 29 e 30 aprile e il 1° maggio con il consueto coinvolgimento dello Street Food Village nella zona di Portovecchio, per rappresentare il cibo di strada di tutte le regioni italiane, e per fare da cornice agli eventi che quest'anno avranno come palco la suggestiva Limonaia del Castello Pasquini. Sono previsti tre show di interazione tra musica  lirica e preparazione di cibi da parte di chef ospiti e locali, che interagiranno con gli artisti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pietro Mascagni” di Livorno in un connubio di suoni e sapori. Si parlerà di storia raccontando le cene spesso saltuarie degli artisti e musicisti nelle osterie livornesi che tra sogno, allegria e povertà hanno ispirato le famose arie delle opere che conosciamo.

A questo scopo, nella piazzetta del Centro per l'Arte “Diego Martelli”, sarà allestita "L'Osteria del Convivio" dove si potranno assaggiare i vecchi piatti di frattaglie che caratterizzano la cucina toscana di fine Ottocento: le trippe, il lampredotto, il baccalà rinasceranno nelle loro forme più tradizionali ed in nuove interpretazioni, opera di ristoratori locali ed ospiti illustri.

Tutti i locali di Castiglioncello aderiranno al tema e perciò la musica ed il cibo saranno i veri protagonisti di questa edizione. Fiore all'occhiello sarà il “PicNic dei Macchiaioli” che il 1° maggio vedrà la Pineta Marradi, luogo di storica memoria, ospitare un'estemporanea di pittura livornese e un originale spazio per un pic-nic con i cestini dei prodotti locali da gustare nella bellissima pineta affacciata sul mare.

Il 6 e 7 maggio a Gabbro con la partecipazione di Castelnuovo e Nibbiaia si svolge la terza edizione di “Maggio Formaggio” che avrà come protagonista la musica popolare e il suo cibo di riferimento. Il paese ospiterà un mercato alimentare di qualità, prevalentemente locale. I protagonisti saranno i salumi di cinta, i formaggi, le verdure e la frutta, proposti in una cornice storica che con gli stornelli e la satira della canzone popolare livornese si diverte a dissacrare problemi e realtà sociali e politiche. Nel centro storico le cene a tema dei ristoranti e nell'area feste la cena popolare con i cuochi ed i produttori a condurre tre serate animate da musica e spettacoli di tradizione. Un contest fotografico ed una mostra di pittura dedicati al pittore macchiaiolo Silvestro Lega, che a Gabbro era di casa, insieme ad una importante escursione nei sentieri ricchi di storia e  leggende completano l'evento, che valorizza la bellezza e le attrattive delle colline locali.

Il 13 e 14 maggio tornerà l'olio evo protagonista di "Qui non si frigge con l'acqua" l'evento che Rosignano Marittimo propone per la terza volta. Qui sarà protagonista la grande tradizione delle fritture toscane con abbinamenti musicali che spaziano dal folk al jazz per accordarsi al gusto dei prodotti che i ristoratori locali e gli ospiti metteranno in scena nel bellissimo borgo medievale di Rosignano. La gara dei bambini alle prese con verdure, olio ed erbe locali e la presenza delle nonne che preparano gli antichi piatti locali sarà un momento di conoscenza e riscoperta di tradizioni che devono essere assolutamente tramandate e la presenza di due generazioni sarà particolarmente significativa ed importante. Torna anche "Il pinzimonio d'autore", dove l'arte dell'intaglio delle nostre verdure di stagione diventa il palcoscenico per l'olio declinato nei suoi sapori ed abbinamenti. Il pane toscano completa la panoramica che il fritto di carciofi novelli, di trippa e di polenta offre come vetrina per un territorio di antiche memorie gelosamente custodite.

"Cacciucco senza Trucco" - quarta tappa del “MangiainGiro” 2017 - il 19, 20 e 21 maggio e vedrà protagonista il “Ristorante in Piazza” allestito dai ristoratori di Rosignano Solvay che, ancora una volta insieme, offriranno la possibilità di assaggiare il vero cacciucco livornese con tutti i suoi ingredienti ed il pescato locale. Oltre al mercato alimentare in piazza Monte alla Rena troveranno spazio show cooking e racconti, uno dei quali particolarmente attuale ed interessante sull’immigrazione, e quanto stia interagendo con la nostra tradizione gastronomica. Nascono infatti nuovi couscous che si fondono con i nostri prodotti ed il cacciucco si trasforma anche in zuppetta di mare con nuove alterazioni, i panini si riempiono di pesce e gli chef trovano nuovi spunti di confronto con mondi lontani. Ispirata al Cacciucco sarà anche la musica, con alternanza di musica etnica e pop dei ricordi estivi anni Sessanta.

"Il Principe Ranocchio" il 27 e 28 maggio a Vada chiuderà la rassegna e sarà una vera e propria anteprima dell'Estate vadese riecheggiando la tradizione agricola ed anche gastronomica che si fonde con le attrattive marine di questo antico paese, già nell’antichità centro e sede di un porto tra i più importanti del Mediterraneo. La tradizione del ranocchio fritto sarà l’occasione per parlare di storia, per visitare gli scavi archeologici di San Gaetano, per ballare in piazza tra stand di gastronomia e prodotti locali; le cene curate dai ristoranti di Vada offriranno un panorama di quanto la produzione ed il pescato locale siano importanti e attrattivi per lo sviluppo turistico. Vetrina Toscana sarà presente come simbolo di una toscanità sempre più valutata ed importante nella riscoperta di ciò che è Toscana anche nei cibi e nei prodotti e che è sempre più un biglietto da visita prestigioso in tutto il mondo. Tornerà il contest "Voglio fare lo chef " in cui giovani aspiranti cuochi si esibiranno ed offriranno le loro specialità al giudizio di una giuria di chef famosi. La chiusura sarà in musica, con una grande sorpresa tuta da scoprire.

Conferenza stampa presso la Camera di CommercioConferenza stampa presso la Camera di Commercio

Documenti scaricabili:
Indietro
^