Comune di Rosignano Marittimo

Comune di Rosignano Marittimo

Il sito ufficiale del tuo Comune

Ti trovi in: Home

Indietro
I Quattro MoschettieriI Quattro Moschettieri

Un teatro giocattolo con animazioni e ombre cinesi: gioca sulla sorpresa di invenzioni fantastiche “I quattro moschettieri in America”, in scena al Teatro Solvay giovedì 11 gennaio ore 21,15. La compagnia pisana “I Sacchi di sabbia”, da anni sulla scena nazionale con proposte originali pluripremiate, alcune delle quali sono frutto del lavoro di residenza a Castiglioncello, esprime in questo spettacolo le suggestioni esercitate sull’immaginario collettivo italiano dalla trasmissione alla radio della parodia del capolavoro di Alexandre Dumas. Ne “I quattro moschettieri” Angelo Nizza e Riccardo Morbelli, con la musica di Egidio Storaci, si ispirarono al romanzo riscrivendo in stile parodistico e rivistaiolo le famose gesta di Athos, Porthos, Aramis e D’Artagnan. La prima puntata, andata in onda il 18 ottobre 1934, si impose in poche settimane come un vero e proprio fenomeno di costume, contribuendo notevolmente alla diffusione della radio e diventando fonte di ispirazione per svariate esperienze artistiche, tra le quali il cinema (“Il Feroce Saladino” di Mario Bonnard del 1936) e il teatro (“I quattro Moschettieri” di Carlo Campogalliani con le marionette dei Fratelli Colla), ma anche la grafica e la pubblicità.
I Sacchi di Sabbia hanno dato un seguito a quella fortunata radio rivista: dapprima con un radiodramma, realizzato per Radio 3 all’interno del progetto “Radio Days” di Santarcangelo e poi con lo spettacolo teatrale, che ripropone in forma visiva le atmosfere e i personaggi del radiodramma.
 “I quattro moschettieri in America” è ambientato nell’America degli anni Trenta: qui i famosi eroi di Dumas si ritrovano a inseguire – tra gangster, pupe e sparatorie – il sogno di una nuova grandezza, che solo il cinema potrà soddisfare. Lo spettacolo è pensato come un percorso avventuroso per spronare l’immaginazione, in particolare  dei più piccoli. Il centro della scena è costituito da un teatro giocattolo, opera del pittore Guido Bartoli. La storia esilarante si dipana tra ombre cinesi, libri pop-up, scene disegnate dal vivo da un illustratore e voci fuori campo, diventando una sorpresa continua, che suscita emozioni nei bambini e stupore negli adulti.
Giovanni Guerrieri, autore del testo, firma la regia con Giulia Gallo ed è in scena con la stessa Gallo e Giulia Solano nello spettacolo prodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale con I Sacchi di Sabbia, sostenuto dalla Regione Toscana e dal Ministero dei beni e della attività culturali e del turismo.
La stagione al Teatro Solvay prosegue il 28 gennaio con Neri Marcoré in Quello che non ho, che intreccia la musica di De André ai versi di Pasolini. Successivamente Mario Martone dirige Il sindaco del Rione Sanità di Eduardo De Filippo (28 febbraio), mentre Junior Balletto di Toscana interpreta la coreografia della Bella addormentata (10 marzo), e Oscar De Summa chiude il cartellone con La cerimonia (21 marzo).
Lo spettacolo è in prevendita sul circuito Boxoffice con aggiunta della commissione o al Teatro Solvay dalle ore 18. Biglietti: primi posti 15 euro, ridotti 13; secondi posti 12 euro, ridotti 10. Riduzioni per under 26, over 65, Gruppo Filarmonico Solvay, Schola Cantorum, Scuola Musicale Bacchelli, Università Popolare. Informazioni: Armunia 0586 754202, 0586 759021.
 

Pubblicato il 08-01-2018
Indietro
^