Comune di Rosignano Marittimo

Comune di Rosignano Marittimo

Il sito ufficiale del tuo Comune

Ti trovi in: Home

Indietro
Censimento ISTATCensimento ISTAT

Il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni promosso dall’istituto nazionale di statistica, avviato ad ottobre, sta per entrare nella seconda fase di rilevazione.
Dopo l’avvio della fase informativa, con il recapito della lettera dell’Istat alle famiglie campione, è in conclusione la fase di rilevazione tramite questionari e interviste nelle due tipologie di censimento previste dall’Istat.
La rilevazione areale - che coinvolge un gruppo di famiglie residenti allo steso indirizzo ed avviene con la somministrazione del questionario a casa da parte di un dipendente del Comune di Rosignano – prosegue fino al 20 novembre: le famiglie campione vengono intervistate da un operatore riconoscibile da un cartellino identificativo, che si presenta a casa (rilevazione “porta a porta”).
La rilevazione di lista - che riguarda ogni singola famiglia, e viene effettuata via web o con il supporto di un dipendente al Centro di Raccolta Comunale (via dei Lavoratori, 21 a Rosignano Marittimo) – prevede che fino al 7 novembre le famiglie restituiscano i questionari compilati on line da casa o presso il CCR. Dal 8 novembre al 20 dicembre chi non ha risposto riceve per posta il promemoria di Istat e una eventuale visita del rilevatore a casa. In questa fase Istat provvede al recupero delle mancate risposte con supporto anche del CCR. In ogni caso fino al 12 dicembre resta attivo il canale di compilazione autonoma via web per le famiglie.
Il censimento è importante perché per la prima volta l’Istat rileva con cadenza annuale e non più decennale le caratteristiche della popolazione su ogni territorio, le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale. Partecipare è utile perché le rilevazioni statistiche a campione, integrate con dati provenienti da fonti amministrative, permettono di restituire informazioni sull’intera popolazione e fornirle agli amministratori pubblici, alle organizzazioni di categoria, enti ed organismi per effettuare una programmazione adeguata all’erogazione dei servizi ai cittadini.

Pubblicato il 07-11-2018
Indietro
^